In che modo i progetti e le aziende di software open source realizzano profitti?

Sono anche interessato a questa domanda e probabilmente non ho una risposta completa. Secondo gli account, probabilmente nessuno lo fa poiché il modello Open Source è ancora in evoluzione.

Che cos’è Open Source S oftware ?

  • È il codice sorgente del software reso disponibile al pubblico e concesso in licenza in modo tale da consentire a chiunque di studiare, modificare e / o ridistribuire il software a chiunque altro per qualsiasi scopo.
  • Le licenze sono necessarie per rimuovere le restrizioni sul copyright, poiché la legge sul copyright si applica per impostazione predefinita in quasi tutti i paesi (in particolare i membri dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), che lo richiedono). Le licenze includono controlli che incoraggiano l’obiettivo open source dell’innovazione a livello di comunità.
  • Il 98% delle aziende di livello aziendale utilizza in parte le offerte di software open source .

Poiché l’ Open Source prevede la protezione del copyright, potrebbe essere utile rivedere le nozioni di base sui diritti d’autore prima di continuare. Lo scopo dei diritti d’autore è incentivare la creazione di opere garantendo agli autori un mezzo per trarne un vantaggio finanziario. Pertanto, l’infrazione dipende da impatti negativi sul mercato o dal valore di un’opera. (Le decisioni tengono anche conto dello scopo / carattere dell’uso, della natura del lavoro e della proporzione dell’intero lavoro svolto.)

Un concetto centrale è che i diritti d’autore proteggono solo le espressioni (fissazione in opere); non fatti, idee o informazioni in sé. Ad esempio, puoi legalmente scrivere un libro su un linguaggio informatico per il quale altri autori hanno già scritto sullo stesso linguaggio informatico. Ma ci sono restrizioni sull’uso degli scritti degli altri nel tuo libro perché le espressioni degli altri autori sono protette. Le eccezioni rientrano in qualcosa chiamato “dottrina del fair use” e comprendono (a seconda dei paesi): uso personale; copia limitata a scopi didattici; ricerca e studio; revisione e critica; notizie di segnalazione; dare consulenza professionale; a beneficio delle persone con disabilità; dimostrazione o riparazione di attrezzature; usare in parodia. I diritti includono spesso il controllo su riproduzione, opere derivate, distribuzione, performance pubblica e “diritti morali” come l’attribuzione (dando credito all’autore); pertanto, questi diritti sono preoccupazioni affrontate nelle licenze Open Source .

È importante rivedere i termini della particolare licenza Open Source utilizzata per un prodotto software in questione. Ad esempio, GPLv3 è una licenza comune utilizzata con molti prodotti software. Concede diritti di “copyleft”. Ciò significa che richiede determinati avvisi e richiede anche versioni derivate per estendere la stessa licenza. Pertanto, ad esempio, una versione raffinata di un software di gestione dei contenuti in base a tale licenza deve a sua volta essere distribuita con la stessa licenza.

Al contrario, si consideri un ‘”estensione” software conforme al software di gestione dei contenuti ma non è il software di gestione dei contenuti stesso. L ‘”estensione” non è un’opera derivata solo perché conforme. È un lavoro complementare che raggiunge uno scopo diverso. L’autore potrebbe scegliere di commercializzare l ‘”estensione”, il che significa difendere un copyright e addebitare il suo utilizzo.

Qual è l’impatto del software open source ?

  • Vantaggi (che favoriscono la crescita del mercato):
    1. Si riducono i costi perché il software esistente è disponibile gratuitamente, perché tenere il passo con la tecnologia è facile e grazie a forum promozionali a basso costo.
    2. La sicurezza può ottenere maggiore attenzione quando viene disimpegnata da pressioni commerciali che trascurano facilmente queste preoccupazioni opache.
    3. Nessun blocco del fornitore per i clienti.
    4. La qualità / affidabilità migliora perché più persone catturano e correggono i bug.
    5. L’innovazione aumenta a causa dell’elevato numero di collaboratori che portano più prospettive e obiettivi (aziendali e personali).
    6. Condizioni commerciali standard per i clienti.
    7. Mercato di supporto più ampio a disposizione dei clienti.
    8. Indennizzo dei clienti dalla violazione del copyright o dei brevetti.
    9. Gli standard di fatto possono essere promossi contribuendo “open source” come modo per affermarsi in un mercato.
    10. L’impegno può essere aumentato perché sviluppatori e utenti si sentono potenziati dall’accesso e vengono investiti attraverso il loro ulteriore contributo.
    11. La promozione è migliorata per i prodotti commerciali quando i collaboratori costruiscono l’immagine tramite contributi “open source”.
    12. La flessibilità è migliorata dagli approcci e dalle interfacce modulari che si evolvono per supportare una collaborazione più semplice.
    13. Test e documentazione … possono essere migliorati per progetti più grandi perché gli standard di sviluppo tendono ad essere un prerequisito per il lavoro di squadra.
  • Svantaggi (che possono rendere opportunità redditizie):
    1. Test e documentazione possono risentire in particolare di progetti più piccoli perché è difficile stabilire standard di processo di sviluppo.
    2. Il supporto / formazione formale necessita ancora di appaltatori retribuiti.
    3. La qualità può o meno migliorare. Mancano prove empiriche.
    4. I requisiti potrebbero essere mal definiti. Quando i modelli di business commercialmente validi sono inafferrabili, i requisiti tecnici possono avere una maggiore influenza rispetto ai requisiti di mercato.
    5. La personalizzazione necessita ancora di appaltatori retribuiti.
    6. L’integrazione per implementazioni specifiche necessita ancora di appaltatori retribuiti.
    7. La tabella di marcia a lungo termine potrebbe essere carente.
    8. La velocità del cambiamento è spesso percepita come lenta a causa del forte impatto su molti utenti.
    9. La sicurezza può soffrire a seconda dei controlli. Gli hacker possono conoscere più facilmente difetti e scappatoie.

Open Source può avere un profondo impatto sulla crescita del mercato. Gli accademici della strategia aziendale osservano che i mercati “aperti” generalmente beneficiano di una maggiore innovazione e crescita del mercato rispetto ai mercati “chiusi”. Un mercato “chiuso” ha attività chiave come la proprietà intellettuale controllata come attività “proprietaria” di proprietà di una o poche entità. Il termine “aperto” implica generalmente sforzi di collaborazione, possibili sforzi congiunti di promozione dell’industria / tecnologia, ecc. I mercati “aperti” sfruttano i contributi di molti più partecipanti.

Wikipedia offre buoni articoli sull’economia Open Source (a cui ho aggiunto commenti e parafrasato in questa risposta):

  • Open source
  • Modelli di business per software open source

Dal punto di vista economico, il modello Open Source cerca di creare un ecosistema che promuova l’innovazione e la consegna dinamiche di “beni informativi” (software, musica, brevetti, ecc.), Che hanno le caratteristiche particolari che gli acquirenti non possono permettersi l’alta produzione iniziale degli innovatori Costi mentre (per fortuna) il costo di produzione marginale è praticamente zero. In altre parole, la creazione di software tende ad essere molto costosa mentre la distribuzione è quasi “gratuita”.

La confusione tra Open Source e “free” deve essere messa a riposo. Il software “gratuito” non è realmente possibile, tranne per la ricreazione o la buona volontà. (“Tutti devono mangiare!”) Finché l’ecologia economica che circonda un bene Open Source produce entrate maggiori dei costi e premia le parti quando ne hanno bisogno, un modello Open Source può prosperare.

Le possibili modalità di finanziamento includono:

  1. Consorzio : più di un cliente cofinanzia lo sviluppo. Questo può essere impegnativo in casi di semplice condivisione dei costi. Ma quando consente ai mercati di rappresentare un valore molto più significativo, le parti tendono a suscitare vivo interesse.
  2. Fornitore certificato : un consorzio potrebbe essere formalizzato in modo tale che i membri ottengano un certificato che li autorizza come fornitori ufficiali del servizio supportato dal software.
  3. Ricerca : finanziamenti per la ricerca universitaria, governativa o industriale per i quali una tecnologia trampolino di lancio soddisferebbe un tema di ricerca. [I temi possono includere: scienza di base, competitività internazionale, competitività della difesa, miglioramento dell’efficienza per il bene pubblico (polizia, incendi, istruzione, sanità, ecc.), Standard per stimolare l’industria o cause senza scopo di lucro direttamente o indirettamente (agevolazioni fiscali) governo supportato.]
  4. Crowd-Finanziamento : trova un gruppo di affinità o un pubblico interessato al problema che la soluzione open source affronterebbe per finanziare lo sviluppo. Ciò include i programmi “bounty” per risolvere i problemi chiave di un prodotto software Open Source esistente (ad esempio, un problema di sicurezza).
  5. Donazioni : appelli come un “sistema d’onore” agli utenti per supportare lo sviluppo del software e la manutenzione post-sviluppo. Esempio: Firefox di Mozilla.
  6. Consulenza : investi nello sviluppo per raccogliere successivamente i ricavi dei servizi di installazione, formazione, supporto tecnico, personalizzazione o estensioni.
  7. Teaser : fornire il software gratuitamente, ma raccogliere su prodotti o servizi correlati come hardware di supporto, contenuto o servizi associati. Questo è il proverbiale approccio “regala il rasoio per vendere le lame” in cui il software assume il ruolo di “rasoio”.
  8. Servizio strategico : un servizio finanzia il software perché il software abilita il modello di business del servizio. L’esempio classico è la pubblicità.
  9. Marketing : fornire una versione base del software gratuitamente (al fine di promuovere la consapevolezza del mercato) ma richiedere un pagamento per ottenere una versione premium in termini di funzionalità extra o accesso extra. Questo è anche spesso chiamato “freemium”, “doppia licenza” o “multi-licenza”.
  10. Nuova licenza : software open source è combinato con software proprietario come pacchetto in bundle proprietario concesso in licenza senza codice sorgente o libertà del software. Questo è un approccio Apple comune.
  11. Open-source ritardato : in questa politica, il software commerciale viene infine convertito in software open source al fine di prolungare la vita del software e / o passare i problemi di manutenzione rendendo il software apertamente accessibile alla sua comunità. Ciò non finanzia il software, ma crea comunque un vantaggio economico.
  12. Abbonamenti / SaaS : addebitare un costo di abbonamento per un account per utilizzare il software. Questa è anche l’idea di base dietro SaaS (Software as a Service). In entrambi i casi, il software stesso non è distribuito in alcun modo; solo il suo utilizzo è reso disponibile.
    1. Il software non può evolversi pubblicamente perché non è accessibile. Questo è legale ma lamentato da Open Source sostenitori. Tuttavia, è utile in alcuni casi. (Posso citare un servizio che allevia gli utenti e i dipartimenti delle entrate dai problemi di conformità fiscale.)
  13. Competizione strategica : fornire il software gratuitamente al fine di soppiantare un concorrente perché strategicamente il software è un elemento in un gioco di poste più grandi.
  14. Pubblicità : il software è stato sviluppato per soddisfare uno scopo particolare e, grazie alla sua utilità pubblica generale, è stato rilasciato per generare pubblicità come mezzo per promuovere altri interessi degli sponsor.
  15. Sponsorizzazione : gli sponsor offrono premi modesti per seminare una pipeline di innovazioni che gli sponsor possono aiutare ulteriormente nello sviluppo e / o nell’implementazione. Le clausole di Google Summer of Code sono un esempio.

Esistono diversi modi per guadagnare utilizzando il modello di software Free e Libre.


1. Servizi personalizzati: il punto della maggior parte dei FOSS (software gratuito e open source) è che sono generalmente utilizzati software disponibili “pronti all’uso” e utilizzati dalla maggior parte delle persone. Tuttavia, ci sono molti domini e casi d’uso in cui è richiesta la personalizzazione e la configurazione. Gli sviluppatori e le aziende che eseguono questa personalizzazione offrono un servizio specializzato ai propri clienti ed è così che guadagnano denaro. Sapevi che l’India è rinomata per le aziende IT a livello globale, ma nessuna delle migliori aziende come Infosys, TCS, TechM, ecc. Sviluppa / contribuisce a qualsiasi prodotto open source reale. Ciò che offrono sono servizi ai loro clienti in India e all’estero. Pertanto, esiste un ampio raggio di azione e un grande mercato per la personalizzazione del software e la gestione della configurazione.

2. Sovvenzioni: aziende come Red Hat Inc. offrono sovvenzioni speciali agli sviluppatori FOSS di tutto il mondo. Sponsorizzano tutto per te come le risorse del server come l’hosting web e un nome di dominio e, a volte, vieni pagato anche. È perché il loro modello di business dipende dal fatto che FOSS stia sempre meglio.

3. Annunci e donazioni: molti sviluppatori FOSS offrono annunci sui propri prodotti basati su Web o app Android. Di solito c’è anche un pulsante Donazione con cui accettano una donazione paypal o bitcoin dagli utenti.

Il motivo principale nei progetti Open Source non è il profitto. È migliorare un prodotto o un software. Inoltre, i progetti Open Source sono molto popolari in quanto sono generalmente sviluppati da programmatori professionisti. Quindi i buoni progetti che hanno un potenziale sono finanziati da grandi aziende. Queste aziende usano quindi gli strumenti Open Source per sviluppare software per i quali fanno pagare denaro.

Quindi semplicemente il software Open Source è di solito finanziato da aziende interessate che settimana per trarre profitto dai progetti Open Source.